Carriera

Maria Koshkina: il percorso verso il successo e consigli utili per i progettisti alle prime armi

La designer Maria Koshkina ha rilasciato un'intervista esclusiva per il nostro portale sull'inizio del viaggio, le difficoltà e le vittorie, ha parlato di come diventare un designer.

In una conversazione con una ragazza del mondo degli affari che si è creata da zero, troverai preziosi consigli su come realizzare i tuoi sogni, aprire la strada agli affari, difendere un'idea e raggiungere gli obiettivi.


- Maria, oggi sei una designer di successo, proprietaria del marchio ANSE, un'azienda che produce finte pellicce con un fatturato di 35 milioni di rubli. all'anno Risultati di successo per una ragazza di 26 anni.

Per favore, dicci quanti anni hai iniziato a disegnare abiti, come hai scelto una professione e quale tipo di istruzione hai ricevuto al momento del lancio.

- Grazie per l'impressionante funzione. Ho studiato alla scuola d'arte per 5 anni, poi sono entrato al Politecnico nel dipartimento di "Sicurezza Integrata" - e qui la mia formazione nel campo del fashion design è stata interrotta.

Ma la professione mi ha scelto, così quando l'idea di una startup è nata all'età di 19 anni, mi sono ricordata delle vecchie capacità - e ho realizzato io stesso i primi schizzi. Poi ho selezionato io stesso la pelliccia, stavo cercando degli specialisti che avrebbero inviato i modelli. Fino ad ora, il lato creativo del processo di produzione delle custodie ANSE risiede in me.

Ora non vedo motivo per me di ricevere un'educazione speciale nella progettazione dell'abbigliamento, almeno in Russia. Ho diversi diplomi per il completamento con successo di sketch di moda e corsi di stile.

Inoltre, ho avuto l'esperienza inestimabile della mia attività di moda, quando alcune sparatorie o modelli di pellicce non hanno trovato pubblico. Ho dovuto fare personalmente il lavoro sugli insetti. Cuci nuovi prodotti e rimuovili in modo diverso. Questo non è insegnato in nessuna università.

- La storia del marchio è interessante: come è apparso il nome e qual è la missione del tuo progetto?

- Anse - l'omonimo della parola inglese Risposta: la risposta. La risposta dell'uomo moderno ai cambiamenti in questo mondo.

Nel XXI secolo, per sembrare belli e non gelare in inverno, non si può togliere la pelle degli animali, non coltivarli appositamente per questo, non distruggere l'ambiente per motivi di bellezza momentanea.

Sono sorpreso dal risultato della ricerca, in cui è stato dimostrato che la produzione di 1 kg di pelliccia di visone è dannosa per la natura e per gli esseri umani in 18 punti ambientali. Ad esempio, per nutrire un visone, hai bisogno di più di 50 kg di mangime. Aggiunga il ristagno del suolo, lo spreco di acqua ed elettricità ...

La produzione di pellicce artificiali è molto più ecologica e più sicura per l'uomo. La missione di ANSE è quella di fornire un'alternativa bella e calda alle pellicce crudeli e nocive. Più persone lo sanno, maggiore è la possibilità di salvare animali da pelliccia.

Cappotti di eco-pelliccia - moda del 21 ° secolo e lato pratico

- Il percorso per lanciare l'attività più importante nella vita può essere piuttosto lungo e difficile - molto probabilmente è stato lo stesso nella tua vita. I piani, i progetti, i pensieri, la ricerca di finanziamenti e le esitazioni dei pro e dei contro di molte persone che non hanno deciso il passo principale, sono lasciati nella fase di riflessione. Ma - non nel tuo caso.

Che cosa è stato decisivo nella decisione di aprire un'attività in proprio, qual è stato il calo che ha superato con sicurezza l'equilibrio nella direzione di "For"?

- Diversi fattori hanno coinciso: un video su Youtube, dove ho visto il processo di ottenere pelliccia di visone - e sono rimasto inorridito. Quindi - l'idea di avviare un'impresa. A 19 anni, questo è un desiderio molto insolito. A questa età, raramente si pensa a cose così gravi.

Non ero solo nel mio desiderio. Sono stato supportato da un giovane uomo e una ragazza.

Il fattore decisivo è stato l'aiuto dei genitori: ci hanno dato i primi soldi per iniziare.

E poi è stato impossibile fermarsi, perché c'era una responsabilità verso me stesso e i miei cari.

- Per favore, dicci cosa ci voleva per iniziare un business da zero - come è iniziato tutto?

- C'erano due di noi: io e il mio ragazzo. Capitale iniziale - 60 000 rubli.

Ho disegnato il primo modello e ho iniziato a cercare pellicce e sarte. I materiali stranieri erano quindi costosi, quindi ci siamo fermati all'ecomeccanica bielorussa. Abbiamo comprato tutto da soli e per un prodotto specifico: un taglio di pelliccia, accessori, 1 bottone e 6 ganci. Tutto ciò ha portato la sarta dall'altra parte della città. Dopo che hanno preso il prodotto finito, hanno fatto delle foto. Modelli e fotografi familiari hanno risposto alla nostra chiamata. Non c'erano soldi per la promozione.

Dopo 1 pelliccia, apparvero le prime risposte. Tutti i fondi ricevuti dalla vendita, abbiamo nuovamente investito nel seguente modello. Così è apparso gradualmente il catalogo.

All'inizio devi essere preparato per il fatto che tutto dovrà essere fatto indipendentemente. Risparmia su te stesso. Non abbiamo ricevuto uno stipendio. Quando l'euro è salito bruscamente, ha dovuto lavorare quasi a zero.

- Qual è stata la cosa più difficile per te personalmente? Cosa hai trovato difficile quando hai lasciato la cosiddetta zona di comfort, e come ti sei superato in questa faccenda?

- Il più grande ostacolo al successo è la pigrizia. Se inizi a inventare scuse, perché non ci riuscirai, allora qualcosa non va con la motivazione. Forse non è tuo. Quando ami ciò che fai, ti dai un lavoro senza lasciare traccia.

Nel settore della moda, è importante essere sempre alla moda. Spesso la mia comprensione del design degli ekoshub non era in accordo con la visione del pubblico. Abbiamo dovuto perdere in perdita intere collezioni. Questa è un'altra barriera - presunzione. Potresti pensare di conoscere il tuo prodotto meglio di chiunque altro. Ma lo fai per le persone! Pertanto, elaboro attentamente tutti i commenti e i commenti che arrivano.

Affari di pelliccia - stagionali. Una volta che i fornitori hanno ritardato la consegna di ecomome. Ho dovuto comprare materiale al dettaglio. Abbiamo spinto la raccolta a meno, ma è arrivata in orario. La reputazione è più importante dei profitti a breve termine.

- Chi è diventato il tuo primo cliente e da quale cliente l'hai capito? Eccolo, successo, fama?

- Ho venduto il primo ekoshubu a novembre 2012. Non ho trovato immediatamente un approccio al cliente. Le riprese hanno portato molti Mi piace e commenti, ma - zero ordini. Fatto il secondo Lo stesso risultato. Ero sull'orlo della disperazione, ma ad un certo punto mi sono reso conto che dovevo cambiare approccio.

Ho studiato i concorrenti per molto tempo, ho guardato i loro cataloghi. Alla fine - ha cambiato il fotografo e i modelli. E il terzo sparo ha sparato. Quindi una pelliccia costava circa 11-12 mila rubli. Ora il prezzo medio è di 17-18 mila rubli.

Successo e fama, secondo i miei sentimenti, sono arrivati ​​dopo la millesima foto del cliente nella nostra pelliccia. Conduciamo questo album Vkontakte. Bene, quando ho iniziato a ricevere le prime recensioni, ho sentito che c'era una risposta. Quindi - è necessario per le persone.


- I tuoi principali clienti sono i sostenitori degli animali? Oppure ci sono persone che scelgono l'ekoshuby, guidate dalla praticità, le tendenze della moda o forse altri motivi?

- Abbiamo clienti diversi.

Qualcuno sceglie per convinzione. Difensori di animali e persone che non sono indifferenti al destino del pianeta.

C'è chi ama l'aspetto di ekoshub. Oggi, la tecnologia di produzione della pelliccia artificiale ha raggiunto un livello tale che l'ekoshuba sembra migliore del naturale. È bello che alcune ragazze vendano pellicce di pelliccia animale per comprare finte da noi.

Il passaparola funziona alla grande. I clienti scopriranno che le nostre cose sono calde e pratiche, sono indossate per molto tempo, molto più facilmente di quelle naturali. E questo non è dal sito, ma dalla bocca di amici e parenti. Meglio di questo canale non ha ancora trovato nulla.

Bene, ci sono quelli che seguono semplicemente la moda. Ed ecomeh è ora di tendenza. Persino giganti della pelliccia come Gucci e Armani hanno pubblicamente rifiutato i materiali animali. L'idea ha immediatamente catturato il mercato di massa: Zara, TOP SHOP. Oggi nessuna fashionista può fare a meno di una pelliccia artificiale nell'armadio.

Per i giovani, ad esempio, il prezzo è di grande importanza. E l'ekoshuba costa da 10.000 rubli. Sembra bello ad un prezzo accessibile E - non in danno alla natura.

- Quando l'azienda è andata in recupero e ha iniziato a realizzare profitti, quanto tempo ci è voluto?

- Nel 2014, abbiamo raggiunto un rimborso. Ci sono voluti quasi 2 anni per costruire una base di clienti. È come in ogni relazione: conoscenza, quindi il processo di sciabordio l'uno dell'altro.

Sono diventato più flessibile e ho rivisto le mie opinioni su come dovrebbe apparire l'ekoshuba, grazie ai miei abbonati. Le difficoltà iniziali si sono solo aggravate, con ogni nuovo stadio di errori sempre meno.

L'esperienza delle grandi aziende nel mondo della moda (Nike, ad esempio) dimostra che non è necessario attendere i profitti nei primi anni. E questo è normale. A questo punto devi essere pronto.

- Quale anno può essere considerato il maggior successo, o è in modo incrementale?

- A causa della stagionalità, in termini di rapporto "sforzo-risultato", il maggior successo può essere considerato la stagione precedente del 2016-2017, quando c'era un inverno precoce, lungo e freddo.

Abbiamo avuto diversi contest di repost che hanno portato buoni risultati: 8.984.000 visualizzazioni, 78.000 transizioni e 11.000 voci nel gruppo. Le vendite sono aumentate del 50% rispetto allo scorso anno.

Ogni anno aumentano i volumi di affari. Abbiamo iniziato a cucire pellicce da remoto, ora abbiamo 2 workshop. Oggi siamo rappresentati in 26 città. E questo è solo l'inizio. Ogni anno porta i suoi risultati.

Sto lavorando costantemente alla fama e al successo del marchio ANSE. Nel settore della moda, non c'è limite alla perfezione, e hai sempre bisogno di tenere il dito sul polso per essere il primo.

- Cos'è oggi - come sei riuscito a "girarti"?

- Quali sono i prossimi piani di sviluppo? Le tue ambizioni

- Nei miei piani - per espandere la produzione. Ad esempio, realizzando abiti e accessori per la mezza stagione: cappelli, borse, sciarpe. Ora stiamo facendo pochette e poncho di pelliccia.

Voglio che l'ekoshuby diventi disponibile per un vasto pubblico, e tutti sapevano che si può apparire belli senza danneggiare gli animali.

Bene, l'obiettivo ambizioso è quello di avere un punto vendita in ogni franchigia.

- Quali canali di promozione ritieni che funzionano meglio? Ci sono esempi di pubblicità infruttuosa nella tua esperienza?

- Il canale di promozione più redditizio per me è Vkontakte. Anche se manteniamo un account su Instagram, non nego che questo sito sia oggi uno dei più massicci ed efficaci in termini di promozione. Per lanciare pubblicità mirata, è importante capire dove si trova il tuo pubblico di destinazione.

Ancora oggi, molta attenzione è dedicata ai contenuti. Cerchiamo di condurre un dialogo continuo con gli abbonati, ottenere un parere, raccogliere feedback. Essere non solo un negozio, ma un marchio che porta un'idea, uno stile di vita.

Uno dei principali canali di promozione, scelgo i repost dei concorsi. Nel 2014, abbiamo deciso di incoraggiare gli abbonati e donare un Iphone6. Di conseguenza, ha ricevuto 13.947 visualizzazioni e molte recensioni negative. Le persone si sono offese per non aver vinto, accusate di disonestà.

Non abbiamo eseguito progetti più simili. Ma hanno fatto un video virale nel 2017, dove noti uomini d'affari parlano del motivo per cui donano il loro ekoshubu alla loro metà, anche se hanno tutte le possibilità di comprare pellicce naturali. Il video è diventato il biglietto da visita del marchio e ha portato molti nuovi follower.

- Hai intenzione di ampliare la gamma con altri tipi di abbigliamento o continuerai a lavorare con prodotti fatti di pellicce artificiali? PRealizzi accessori, borse o coperture calde sul tuo telefono, altrimenti gli smartphone moderni si bloccano così velocemente e si spengono al freddo ...

- In futuro ho intenzione di rilasciare accessori. Ad oggi, nella moda, borse di pelliccia sotto una pelliccia.

Nel 2018 presentiamo una collezione di giubbotti e cappotti primaverili. Forse in futuro ci saranno ancora cose per la stagione calda. Lascia che sia un segreto per ora.

E riguardo le copertine - una grande idea, la prenderò a bordo.

- Come valuti, a proposito, i concorrenti (compresi quelli mondiali) - chi fa appello o ispira?

- La maggior parte dei miei concorrenti sono ex amici o conoscenti, oltre che clienti.

Le persone guardano come lo facciamo. A prima vista, sembra che tutto sia molto semplice: ho acquistato il materiale, rilasciato la collezione, effettuato il sondaggio e venduto attraverso i social network. Tuttavia, ci sono molte sfumature di lavoro. Personalizziamo i prodotti per adattarli perfettamente. Se la pelliccia non si adattava, ne cuciamo una nuova o restituiamo il denaro.

Nessuna recensione rimane senza risposta. Questo considero il lato più forte di ANSE. I clienti apprezzano davvero questa attenzione.

Dai marchi mondiali mi piace Eco Fashion, il loro posizionamento nel mercato. Sono ispirato a Karl Lagerfeld e Cristobal Balenciaga.

- Come sai, una persona di talento ha talento in tutto. Se immaginiamo oggi che il tuo business non fosse quello di creare un marchio ecologico, ma qualcos'altro, quale potrebbe essere?

- Adoro questa domanda e spesso la penso anch'io.

Sono un fan di SMM. Gestisco account ANSE (contenuti e coinvolgimento) con il mio assistente e creo pubblicità su di essi.

Se no, allora - ballare, senza il quale è difficile per me immaginare la mia vita ora.

E se non balla, allora diventerei un insegnante, come una madre.

- Per favore dicci come passa la tipica giornata di lavoro ordinaria di una designer di successo Maria Koshkina.

Voglio capire: l'attività di un designer di successo è un duro lavoro quotidiano, o vivi per il tuo piacere, hai tempo per dormire, fare esercizio e disegnare tra i viaggi ...

- Vado a letto 1-2 notti, mi alzo alle otto del mattino. Faccio esercizi di riabilitazione, bevo caffè, guardo i social network. Quattro ore dopo il risveglio vai all'analisi dei casi nei social network.

Poi vado in città. Ho un allenamento di balletto al centro. E altre 4 ore di lavoro attivo sui restanti obiettivi strategici.

Cerco anche di dedicare almeno un'ora al giorno alla lettura o all'apprendimento.

Formulo la mia giornata in modo che ci sia tempo per me e per gli affari. Sfortunatamente, non è sempre possibile dormire con un programma del genere.

- Hai una frase preferita, un motto, un inno personale che motiva, aiuta a superare le difficoltà - e vai avanti?

- "C'è solo un comandamento eterno - VIVO. Nella bellezza, nella bellezza, non importa cosa ..."

Questa è una frase tratta dal meraviglioso poema del 1894 di Dmitrij Merezhkovsky.

- Cosa consiglieresti ai neofiti che vogliono avere successo?

- Ricorda che sei impegnato nel design, non nell'arte, e che dovrebbe essere compreso dal pubblico. In definitiva, il design è creato per la persona, e il feedback sul progetto, specialmente nella fase iniziale, sarà necessario, come l'aria, per ottenere i limiti per la tua creatività e farti un nome. Amate le persone, apprezzatele e state attenti.

Assicurati di garantire qualsiasi accordo di partnership, perché la vita può trasformarsi in un modo così incredibile che è difficile da immaginare. Assumi un avvocato, soprattutto se hai intenzione di espandersi ed entrare nel mercato del franchising.

Sii flessibile, testardo, ma non testardo.

Sviluppa - e non disperare per le inezie.

- Bene, e la mia, forse, domanda preferita. Il percorso e la ricchezza di ogni persona sono sempre persone. Mi sembra che nella vita di una persona di successo ci dovrebbe essere un sacco di gente.

Chi ti piacerebbe particolarmente ringraziare per quello che sei oggi?

- Voglio ringraziare i miei genitori (madre - Alla Koshkin, padre - Vladimir Koshkin), un amico e un uomo amato (Maxim Ali). Nelle situazioni più difficili, mi danno la forza di muovermi - e di dare fiducia a me stesso e al mio lavoro.

Un ringraziamento speciale a Sophia Vashchenko, tailor-cutter, per consigli pratici nel processo di creazione e produzione di ekoshub.


Specialmente per la rivista femminile colady.ru

Ringraziamo Maria per una conversazione molto interessante e istruttiva per i nostri lettori, le auguriamo nuovi successi e risultati in tutte le direzioni creative!

Guarda il video: Valeria Koshkina (Novembre 2019).

Загрузка...